Solitudine da stazione

panorami in viaggio
Una pausa durante un viaggio col treno natura, in attesa di due treni con precedenza sul nostro. La prima cosa che colpiva era la solitudine lungo i binari: le piccole  stazioni di paese, quai ogni giorno decisamente deserte e solitarie, lasciano addosso (almeno a me) un senso di solitudine e desolazione.

Annunci

Ferrovie ed immaginazione

ferrovie napoletane

Napoli, metà novembre. In attesa del treno che mi avrebbe poi portato in centro mi guardavo intorno. In pochi secondi mi sono trovata ad immaginare possibili storie di vita di persone che da lì passano molto più spesso di me durante la loro quotidianità.
Le stazioni raccontano sempre tantissimo, per me, della vita di un quartiere e di una città: rappresentano il modo locale di spostarsi, le attese e danno sempre la possibilità di fermarsi a rifletere

Attimi di luce in viaggio

Primo sole di natale 2015

Ci sono attimi difficili da catturare perché difficili da vedere, se ci si alza e si esce “troppo tardi”. Questa foto è una di quelle che “capitano per caso”: ero alla stazione termini, a Roma, in attesa del treno che mi avrebbe portata a Venezia per il pranzo di Natale. Andando verso i binari sono rimasta colpita da come il sole iniziava ad avvolgere e scaldare la stazione, i treni e le persone… Non sono riuscita, ovviamente, a resistere ed ho scattato subito una foto

Anche le vetrate della stazione vanno pulite

Amsterdam: pulizia delle vetrate della stazione
Amsterdam: pulizia delle vetrate della stazione

Amsterdam, crociera lungo i canali della città. Passiamo nel porto, vicino la stazione centrale, mentre questi due operai pulivano le vetrate che coprono i binari della stazione stessa… Camminandoci sopra come se stessero camminando su un normalissimo marciapiede 🙂 (abitudine “da lavoro”? Sì, forse sì)