Gatti romani

Gatto a Largo Argentina

Roma, area archeologica di Largo Argentina. La popolazione di gatti (randagi) dell’area archeologica è sempre molto ampia e sembrano tutti molto socievoli: talmente abituati alla mole di turisti che popolano la zona, girano tranquilli in mezzo alle persone e si lasciano accarezzare da tutti coloro che si lasciano intenerire e cercano di avvicinarli.
Ogni volta che passo di qua mi fermo ad osservarli, a guardare come riescono ad ottenere le carezze che (forse) cercano e ad osservare come le persone riescano a farsi addolcire la giornata da questi dolci gatti.

Annunci

Sfumature d’azzurro

La splendida acqua del lago

Lago di Posta Fibreno, Frosinone. Questo lago mi ha affascinata tantissimo, devo ammetterlo! Sembra “piccolo”, ma non troppo, e riesce ad offrire mille (e più) motivi per stupirsi mentre lo si guarda: dai tanti animali che lo popolano, e che attirano tanti birdwatchers (si chiameranno così quelli che fanno birdwatching??),  al fondale popolato di barche ed attrezzature da pesca mai recuperate (e che secondo me mai lo saranno)… Infine, il lago di Posta Fibreno riesce a stupire chi viene qui grazie alle sfumature di colore della sua acqua! Ne sono rimasta stupita, colpita ed affascinata al punto che ho fatto non so quante foto solo per portarmi a casa tutte le sue sfumature… Fallendo miseramente perché ovviamente le foto non rendono minimamente la sua bellezza!

PS: come avrete notate, ad un certo punto del 2016 la programmazione si è interrotta bruscamente. Ecco, per il 2017 (a cominciare da oggi e da questo post) ho deciso di mantenere un post alla settimana che pubblicherò ogni giovedì. Fermo restando, ovviamente, che ogni volta che avrò una foto in più da pubblicare sarà la prima cosa che farò!

Incontri casuali

Nutria in cerca di cibo

Dicembre 2016, lago di Posta Fibreno (vicino Frosinone). Una breve gita di una giornata ci ha riservato anche un piccolo incontro che ci ha lasciati molto divertiti: mentre passeggiavamo lungo il pontile che costeggia il lago, scorgiamo lungo la riva del lago stesso una  e vediamo una “piccola” nutria intenta a cercarsi qualcosa da mangiare (prima di rientrare nella sua tana, in un albero con affaccio sul lago).
Questi sono i piccoli incontri che mi fanno amare ancora di più la destinazione del mio viaggio, lungo o breve che questo sia.

Il volo del cucciolo

Una passeggiata ad anzio
Una passeggiata al tramonto ad Anzio, lungo il marciapiede dove sono attraccati i pescherecci. I gabbiani girano tra tetti, furgoni e pescherecci nella speranza di trovare qualcosa da mangiare: qualche avanzo, qualche pesce che è caduto o che magari gli viene lasciato. Girano tranquilli, adulti e cuccioli, volano noncuranti di pescatori, famiglie che passeggiano e si divertono a vederli passeggiare.

Timidezza fatta cigno

Ad un certo punto assume questa posa che mi ha fatto pensare ad una persona che, presa dalla timidezza, “cerca di nascondere” il viso

Uno dei cigni del lago

Bletchley Park, 75 km circa da Londra. All’interno della tenuta c’è un laghetto e proprio li ho fatto la conoscenza di questo cigno. Non era l’unico, ma sembrava quello meno preoccupato dalla presenza umana e, nonostante tutto restava “al suo posto” a pulirsi.
Ad un certo punto, durante la pulizia e mentre gli scatto l’ennesima foto, assume questa posa che mi ha fatto pensare ad una persona che, presa dalla timidezza, “cerca di nascondere” il viso. E a voi non sembra?

Gli animali di Roma

Gabbiani in centro

Dico sempre che Roma è una città che, nonostante il suo caos ed alcuni aspetti poco digeribili, riesce a colpire sotto (tantissimi) altri punti di vista. Il martedì e giovedì vado, da circa un mese, a seguire un corso di inglese a piazza di Spagna e, arrivandoci con i mezzi, passo sempre da Piazza Venezia: proprio qui (anzi a piazza di San Marco, per essere precisi), un giorno, ho incrociato questa coppia di gabbiani che si godeva il sole di quella calda giornata.
Non si sono minimamente scomposti nemmeno di fronte ad una “nuvola” di persone che stavano li a fotografarli.