Ferrovie ed immaginazione

ferrovie napoletane

Napoli, metà novembre. In attesa del treno che mi avrebbe poi portato in centro mi guardavo intorno. In pochi secondi mi sono trovata ad immaginare possibili storie di vita di persone che da lì passano molto più spesso di me durante la loro quotidianità.
Le stazioni raccontano sempre tantissimo, per me, della vita di un quartiere e di una città: rappresentano il modo locale di spostarsi, le attese e danno sempre la possibilità di fermarsi a rifletere

Annunci

Archeologia industriale e la pioggia

Archeologia industriale: Italsider, Bagnoli
Archeologia industriale: Italsider, Bagnoli

Bagnoli, Napoli. Diluvio universale. Ciminiera dell’ex Italsider vista da dietro il vetro della macchina, battuto dalla pioggia: la ciminiera perde la sua linea dritta e fiera, per abbandonarsi ed essere ridisegnata dalla pioggia che scorre lungo il vetro

Napoli: facce di pietra

San Domenico Maggiore: "sorriso"
Il “sorriso” della chiesa di San Domenico Maggiore, Napoli

Vi è mai capitato di fermarvi a guardare un edificio storico e restare colpiti dal fatto che le finestre, per come sono state posizionate, formano una faccia???
Ecco, a me è capitato durante una delle mie gite a Napoli, guardando la chiesa di San Domenico Maggiore. La cosa mi ha fatto sorridere..