Fumo industriale

Dalla funicolare per Roosevelt Island: ciminere di fabbrica
Dalla funicolare per Roosevelt Island: ciminere di fabbrica

Dalla funicolare che porta a Roosvelt Island si ha una visione un po’ diversa della città di New York. In lontananza si vedono i “camini” di una fabbrica, con lo sbuffo di fumo bianco che ci fa capire che lì stanno già lavorando. Un fumo denso, vaporoso, una nuvola che continua ad allungarsi ed a cambiare la sua forma

Infinita New York

New York dall'Empire State Building (86simo piano)
New York dall’Empire State Building (86simo piano)

Empire State Building, osservatorio dell’86simo piano. New York si presenta come una distesa infinita di luci dalle mille sfumature, che sembrano andare oltre l’orizzonte. Solo lì, in quel momento, abbiamo realizzato davvero quanto New York sia una città gigantesca.

Volo in formazione

Brooklin Bridge Park: anatre in volo
Brooklin Bridge Park: anatre in volo

Devo ammettere che, per questa foto, ho avuto molta fortuna: avevo la reflex accesa, nonostante fossi seduta a riposarmi dopo una lunga giornata in giro. Quattro anatre tranquille lungo l’East River ed un water taxi che corre per portare a destinazione i passeggeri. “Loro quattro” capiscono di trovarsi sulla sua scia, ne sentiranno le vibrazioni, e spiccano il volo di punto in bianco in una formazione (quasi) perfetta

Grattacieli di cornice

"disegni" di grattacieli
“disegni” di grattacieli

New York, città di grattacieli. Appena si alza il naso non si può fare a meno di capire a fondo quanto questi palazzi immensi ci circondino completamente e facciano “da cornice” anche a quegli angoli di cielo che si riescono a vedere in una città così ampiamente costruita e popolata

Palazzi d’angolo

New York: Flatiron
New York: Flatiron

 

Avevo visto questo palazzo in tanti film e serie tv. Lo “conoscevo” già, ma vederlo dal vero è stato molto diverso dalle mie aspettative. Colpisce per la sua forma particolare, ma non troppo, che ricorda un ferro da stiro “in piedi”. Dopo averlo visto posso dire con certezza che non lo conoscevo per nulla, che non era come me lo aspettavo